Curriculum

Storia

I Kikvorschen nacquero nel 1927 dopo che il Consiglio comunale di allora prese la curiosa decisione di vietare le esibizioni musicali, rischiando così di perdere i festeggiamenti del tradizionale carnevale. Una decisione incomprensibile per molti abitanti di S.Hertogenbosch che originò feroci proteste. Così anche per alcune persone del quartiere De Pijp, che  deliberarono con successo una protesta ludica che rese  giustizia sia alla decisione del consiglio che alle tradizioni  del carnevale.

L’11 Novembre 1927, alla locanda ‘t Pumpke sotto l’occhio vigile di Madre Truus, queste persone decisero di organizzare una fanfara scherzosa, costituita da finti strumenti , costruiti  in legno e dotati di un mirliton (strumento membranofono a fiato).

E… la domenica del Carnevale del 1928, vestiti nell’abito migliore che portavano i contadini della zona, la fanfara scherzosa uscì di buon umore per andar ad accogliere il Principe di Carnevale. Prima che lasciassero il quartiere però la fanfara fu fermata e portata alla polizia. Sfortunatamente per il consiglio comunale la polizia concluse che non si trattava di musica vera e cosí non poterono far altro che “lasciar andare la fanfara”…

Da quel momento “I Kikvorschen” iniziarono l’attività musicale.

Nel 1928 peró la decisione del consiglio fu ulteriormente rafforzata: durante il Carnevale non era più permesso camminare per strada né con strumenti veri né con strumenti falsi.

Pieni di creatività i Kikvorschen decisero allora di andare a prendere il principe del Carnevale in bicicletta. Dopo tutto, la decisione del consiglio non parlava di un divieto di biciclette. Perfino la stampa nazionale scrisse di questa ribellione comica e beffarda contro il governo locale. Questo fatto non infastidì i Kikvorschen: da quel momento in poi, i Kikvorschen, con la loro musica comica e le loro battute, furono ospiti graditi a molti eventi ben oltre i confini di Oeteldonk.

Grazie alla determinazione e alla protesta giocosa,  con il loro carisma comico, nel 1930 “I Kikvorschen” furono nominati  da Sua Altezza Reale il Principe Amadeiro XVI “Cappella di Corte” del Dade di Amadeiro, Principi di Oeteldonk.

Negli anni ’40 l’orchestra di mirliton fu ampliata con veri strumenti a fiato e “I Kikvorschen” divennero una vera fanfara.

Chi sono “I Kikvorschen”?

“Fanfara Comica e folcloristica I Kikvorschen” è il loro nome ufficiale; per lo più si parla di “I Kikvorschen”.

Comica: Ci sono molti esempi dell’umorismo tipico di Kikvorschen; non tutti riescono sempre a capirlo subito…

Folcloristico a causa dei costumi autentici che indossiamo. Questi risalgono intorno al 1900, quando i contadini nel Meierij di S. Hertogenbosch lo indossavano sempre la domenica. Le nostre donne Kikvorsch, che tra l’altro non sono membri della fanfara, indossano anche i tradizionali abiti originali di quest’epoca, completi di valigia inamidata, bianca come la neve!

Fanfara si riferisce alla formazione dell’organico. Gli strumenti a fiato in legno e ottone fanno parte della formazione sin dal 1927, anno della sua fondazione, inoltre, dal 1928 i mirliton, con strumenti di legno fatti in casa, fanno parte della fanfara, rendendola  così il più antico corpo di mirliton nel Benelux!!

Kikvorschen: il nome si riferisce all’enorme coinvolgimento con il regno unico di Carnevale che risale al 1882: Oeteldonk. “Oetel” si riferisce alle numerose rane nella zona paludosa della città di S. Hertogenbosch di allora, “donk” ‘è un luogo “asciutto” situato più in alto. A causa del suo repertorio musicale, particolarmente umoristico, la fanfara, dal 1929,  può chiamarsi la cappella di corte degli Amadeiro’s. Nominata cosí per sempre, intorno all’11 di novembre e durante i giorni di Carnevale, la cappella adempie agli impegni musicali con molto entusiasmo per i principi di Oeteldonk e per gli stessi abitanti!

Che cosa fanno “I Kikvorschen”?

Musica d’ insieme eseguita con molto entusiasmo è ciò che caratterizza il gruppo.

Il suono dei Kikvorschen, per la struttura della  formazione immutata, è unico sin dal momento della fondazione. Durante il Carnevale suonano canzoni di famosi compositori di Oeteldonk, mentre  il resto dell’anno il loro repertorio racchiude canzoni di famosi artisti Olandesi ed internazionali.

Originali danze di contadini della fine del novecento fanno sempre parte del programma. I Kikvorschen ballano con le loro donne le danze tipiche di fine novecento alle feste in Brabant. Rappresentano il vero folklore!!

Brandy è la bevanda tradizonale per un membro dei Kikvorschen! Nel momento in cui un nuovo musicista diventa membro della fanfara, rinuncia all’acqua !Durante “l’investitura” tutti i musicisti cantano la canzone dei Kikvorschen ed il novellino rinuncia all’acqua per sempre! Oltre al brandy, anche la birra Heineken, prodotta per l’esportazione a S. Hertogenbosch, è la bevanda preferita.

Le tradizioni, particolarmente quelle importanti, sono indispensabili per I Kikvorschen. Per esempio: non ci sono musicisti donne. Tuttavia le donne Kikvorsch sono spesso presenti alle esibizioni. Altre cose speciali sono il fatto che al conduttore non è permesso di poter leggere la musica e  il numero di musicisti che suonano non può superare i 28 componenti. Quest’ultimo viene dal fatto che da una bottiglia di brandy possono essere servite 28 porzioni. Persone speciali possono essere decorate dai Kikvorschen con una sciarpa. Allora diventano membro del Club di Dassendragers.

Viaggiare

Viaggiare è nel sangue del Kikvorsch! I Kikvorschen, proprio come le rane da dove viene il loro nome, si muovono in tutto il mondo. I Kikvorschen, ad esempio, sono stati già in Germania, Francia, Irlanda e Israele. Neanche attraversare l’oceano è un problema: il Canada è già stato visitato e nel 2006 ci sono state diverse esibizioni in Cina! Un Kikvorsch si sente a casa ovunque. Sia a casa che all’estero lascia prove dell’umorismo e della cultura tipici di S.Hertogenbosch e di Brabant.

Una piccola selezione delle numerose esibizioni nazionali e internazionali dei Kikvorschen:

  • 2013 Winterberg
  • 2012 Regata di Heineken St. Maarten
  • 2010 Wereld Expo Shanghai
  • Concerti  a Hagenau e Saumur e a Settembre varie feste del vino
  • 2006: vari optredens in Cina
  • Concerto a Schevening con Duke Ellington
  • Concerto con l’orchestra del Brabante
  • Diverse esecuzioni per la Royal House
  • Concerto all’inizio del Tour de France.
  • Esecuzione a Berliner Woche
  • Concerto alla celebrazione dell’anniversario 2000 di Parigi
  • Concerto spontaneo all’Arco di Trionfo a Parigi
  • Concerto alla sfilata dei fiori a San Remo
  • Diverse esecuzioni in Irlanda a “St. Patricks day
  • Tour di un giorno in Canada
  • Un tour di Israele con un concerto a Tel Aviv per 60.000 visitatori

Oeteldonk

I Kikvorschen ed il Carnevale di Oeteldonk

Sin dal 1930, quando il principe Amadeiro XVI nominò la Kikvorschen come sua cappella di corte, la fanfara svolge un importante ruolo di protocollo durante l’annuale Carnevale di Oeteldonk. Per sei giorni consecutivi la Fanfara, sotto la guida del direttore principale, è pronta per accompagnare Sua Altezza Reale alle feste di Oeteldonk ed ai ricevimenti ufficiali.

Alcuni punti focali di questo programma impegnativo del Carnevale sono senza dubbio l’arrivo e l’accoglienza ufficiale di Sua Altezza Reale la domenica, dove i Kikvorschen suonano l’inno sollenne di Oeteldonk.

A seguire c’è l’inaugurazione del Contadino Knillis, dopo di che i Kikvorschen sono presenti alla Corte Aperta, dove Sua Altezza Reale pronuncia il discorso ufficiale. Lunedì accompagnano il Principe durante la sfilata di quattro ore.

Il martedì di Carnevale c’è l’accoglienza del principe Amadeiro da Heineken, la Birreria della Corte, seguita dalla sfilata dei bambini e dalla visita di Sua Altezza al Prinsemarij.

Martedì sera i Kikvorschen ricevono il principe Amadeiro nella loro locanda, dove Sua Altezza saluta la sua Capella di Corte.  

Anche dopo il Carnevale, i Kikvorschen sono spesso attivi durante l’anno per il Club di  Oeteldonk e accompagnano il Consiglio dei Ministri a tutti i tipi di festeggiamenti, sia ad Oeteldonk che fuori città.